Ultrasuono

Gli ultrasuoni sono vibrazioni acustiche ad alta frequenza non udibili dall’orecchio umano, generati grazie alla vibrazione di alcuni cristalli minerali sottoposti all’azione di un campo elettrico.

Questa terapia produce due effetti, uno meccanico e l’altro termico derivante dal micro massaggio vibratorio dei tessuti trattati.

Da un punto di vista applicativo questa terapia si avvale dell’uso di un manipolo che viene fatto scorrere sulla zona anatomica interessata. Per facilitare lo scorrimento e ridurre l’attrito tra il manipolo e la pelle viene utilizzato un gel specifico per terapie ultrasoniche.

Oltre alla metodica classica che prevede lo scorrimento del manipolo lungo la zona anatomica interessata, la cosi detta tecnica a contatto, è possibile utilizzare anche la tecnica ad immersione ovvero, il manipolo viene immerso in acqua calda a 37°C e posizionato a circa 2 cm di distanza dalla superficie corporea.

Quest’ultima tecnica viene impiegata quando le parti da trattare sono troppo piccole ed irregolari o quando la zona interessata risulta troppo dolente al contatto del manipolo.

L’Ultrasuono può essere impiegato in tutte quelle patologie dell’apparato locomotore dove si desidera un effetto antalgico e ovviamente vi sono delle controindicazioni specifiche. Le condizioni in qui è vietato applicare tale terapia sono le seguenti:

  • Dolori acuti
  • Neoplasie
  • Patologie della pelle
  • Alterazione della sensibilità
  • In corrispondenza dell’utero gravidico
  • In corrispondenza dell’occhio
  • In caso di protesi o altri impianti

Inoltre è stato studiato come l’effetto benefico può essere ottenuto anche in casi di osteoporosi, in quanto la vibrazione del tessuto osseo favorisce l’osteogenesi.